2019 anno dei record per Termotecnica Pericoli: registrati numeri in forte crescita e i migliori risultati nella storia dell’azienda - TERMOTECNICA PERICOLI

Dati alla mano non si può far a meno di notare quanto sia stato positivo l’anno appena conclusosi per l’azienda albenganese che da oltre 50 anni produce dei suoi stabilimenti macchinari destinati alla ventilazione, riscaldamento e raffrescamento di impianti agricoli, zootecnici ed industriali. Complici l’acquisizione di importanti progetti ed il consolidamento di importanti mercati, la Famiglia Pericoli e i suoi dipendenti possono festeggiare il “best year ever” nella storia dell’azienda. Ma analizziamo insieme gli ingredienti di questo successo…   Le industrie principali Il settore zootecnico si è confermato il motore trainante del 2019. Sono sempre di più i mercati ed i paesi che adottano politiche orientate alla salvaguardia del benessere animale; ciò comporta la costruzione di capannoni ed allevamenti equipaggiati con le migliori attrezzature per il controllo del clima e a basso impatto ambientale volte a garantire un ambiente confortevole per gli animali ospitati e, al tempo stesso, con emissioni e consumi minimi. In questo caso i prodotti marchiati Pericoli svolgono un ruolo chiave risultando essere conformi alle principali direttive europee (e non solo) garantendo al tempo stesso la qualità del made in Italy.   Segue a ruota l’industria agricola con il controllo del clima in serra. Ormai esiste la possibilità concreta di costruire impianti destinati alle colture protette in qualsiasi zona del pianeta ed è così che aree desertiche per antonomasia o dal clima arido – come per esempio gli Emirati Arabi – stanno attuando politiche ed investimenti destinati proprio alla costruzione di serre.   I mercati più importanti Come accennato in precedenza, Medio Oriente e Africa si sono rivelati top player del 2019, registrando una forte crescita rispetto agli anni precedenti. Molti paesi facenti parte di questa area del pianeta stanno concentrando i propri sforzi sullo sviluppo del settore primario favorendo le iniziative di aziende che vogliono investire in questo ambito attraverso incentivi o scendendo in campo in prima persona attraverso opere governative.   L’Europa, comunque, la fa sempre da padrona rimanendo un’entrata solida e consolidata per il Gruppo Pericoli, complici soprattutto i numerosi clienti che si concentrano sui mercati esteri e su progetti destinati a paesi in via di sviluppo pur avendo la sede principale nell’UE.   Seppur con numeri minori, anche l’Europa Orientale ed i mercati di lingua russa stanno uscendo da un periodo di forte stagnazione e riprendendo a macinare terreno: Termotecnica Pericoli ha deciso di investire in questo senso mettendo a disposizione della clientela un team dedicato che lavora full-time su queste zone che, negli anni passati, hanno sofferto di una situazione politica di forte chiusura e di un cambio monetario sfavorevole. Gli sforzi sono stati ripagati e l’area è in continua crescita già da tre anni.   Le dichiarazioni del direttore vendite Fabrizio Sappa “La nostra azienda si è sempre messa in discussione, negli anni non si è mai seduta sugli allori e questo modus operandi non cambierà di certo adesso dopo un’annata così proficua. La nostra intenzione è di continuare ad investire sulle persone, sulle tecnologie produttive e sulla ricerca di soluzioni climatiche all’avanguardia per rimanere fra i leader nei nostri mercati di riferimento. Abbiamo in pipeline innumerevoli progetti sia come novità di prodotto sia come restyling su linee esistenti e non mancheremo di presentarle alle varie fiere di settore a cui parteciperemo nel corso del 2020. Vorrei infine ringraziare di cuore i veri artefici di questa straordinaria annata: i clienti che ci hanno scelti per i loro progetti nei 4 continenti, i collaboratori delle varie sedi che hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo e i fornitori che ci hanno accompagnati passo passo nella consegna dei materiali. Il 2020 è iniziato con ottime prospettive e noi siamo in prima linea per cercare di non disattendere le aspettative di tutti coloro che ci scelgono come loro 2020 climate partner”.

NEWS Termotecnica Pericoli NEWS
NEWS Termotecnica Pericoli NEWS

2019 anno dei record per Termotecnica Pericoli: registrati numeri in forte crescita e i migliori risultati nella storia dell’azienda

03/01/2020

Dati alla mano non si può far a meno di notare quanto sia stato positivo l’anno appena conclusosi per l’azienda albenganese che da oltre 50 anni produce dei suoi stabilimenti macchinari destinati alla ventilazione, riscaldamento e raffrescamento di impianti agricoli, zootecnici ed industriali.

Complici l’acquisizione di importanti progetti ed il consolidamento di importanti mercati, la Famiglia Pericoli e i suoi dipendenti possono festeggiare il “best year ever” nella storia dell’azienda.

Ma analizziamo insieme gli ingredienti di questo successo…

 

Le industrie principali

Il settore zootecnico si è confermato il motore trainante del 2019. Sono sempre di più i mercati ed i paesi che adottano politiche orientate alla salvaguardia del benessere animale; ciò comporta la costruzione di capannoni ed allevamenti equipaggiati con le migliori attrezzature per il controllo del clima e a basso impatto ambientale volte a garantire un ambiente confortevole per gli animali ospitati e, al tempo stesso, con emissioni e consumi minimi.
In questo caso i prodotti marchiati Pericoli svolgono un ruolo chiave risultando essere conformi alle principali direttive europee (e non solo) garantendo al tempo stesso la qualità del made in Italy.

 

Segue a ruota l’industria agricola con il controllo del clima in serra. Ormai esiste la possibilità concreta di costruire impianti destinati alle colture protette in qualsiasi zona del pianeta ed è così che aree desertiche per antonomasia o dal clima arido – come per esempio gli Emirati Arabi – stanno attuando politiche ed investimenti destinati proprio alla costruzione di serre.

 

I mercati più importanti

Come accennato in precedenza, Medio Oriente e Africa si sono rivelati top player del 2019, registrando una forte crescita rispetto agli anni precedenti. Molti paesi facenti parte di questa area del pianeta stanno concentrando i propri sforzi sullo sviluppo del settore primario favorendo le iniziative di aziende che vogliono investire in questo ambito attraverso incentivi o scendendo in campo in prima persona attraverso opere governative.
 

L’Europa, comunque, la fa sempre da padrona rimanendo un’entrata solida e consolidata per il Gruppo Pericoli, complici soprattutto i numerosi clienti che si concentrano sui mercati esteri e su progetti destinati a paesi in via di sviluppo pur avendo la sede principale nell’UE.
 

Seppur con numeri minori, anche l’Europa Orientale ed i mercati di lingua russa stanno uscendo da un periodo di forte stagnazione e riprendendo a macinare terreno: Termotecnica Pericoli ha deciso di investire in questo senso mettendo a disposizione della clientela un team dedicato che lavora full-time su queste zone che, negli anni passati, hanno sofferto di una situazione politica di forte chiusura e di un cambio monetario sfavorevole. Gli sforzi sono stati ripagati e l’area è in continua crescita già da tre anni.

 

Le dichiarazioni del direttore vendite Fabrizio Sappa

“La nostra azienda si è sempre messa in discussione, negli anni non si è mai seduta sugli allori e questo modus operandi non cambierà di certo adesso dopo un’annata così proficua.
La nostra intenzione è di continuare ad investire sulle persone, sulle tecnologie produttive e sulla ricerca di soluzioni climatiche all’avanguardia per rimanere fra i leader nei nostri mercati di riferimento.
Abbiamo in pipeline innumerevoli progetti sia come novità di prodotto sia come restyling su linee esistenti e non mancheremo di presentarle alle varie fiere di settore a cui parteciperemo nel corso del 2020.
Vorrei infine ringraziare di cuore i veri artefici di questa straordinaria annata: i clienti che ci hanno scelti per i loro progetti nei 4 continenti, i collaboratori delle varie sedi che hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo e i fornitori che ci hanno accompagnati passo passo nella consegna dei materiali.
Il 2020 è iniziato con ottime prospettive e noi siamo in prima linea per cercare di non disattendere le aspettative di tutti coloro che ci scelgono come loro 2020 climate partner”.