L'estrazione dell'aria nel settore alimentare: il caso di Caffè Pasqualini - TERMOTECNICA PERICOLI

Vi avevamo già parlato dell'importanza dei ricambi d'aria nei luoghi di lavoro per salvaguardare la qualità, il benessere e la produttività dei lavoratori. Abbiamo visitato Pasqualini Caffè, storica torrefazione ligure, che ha scelto di installare i nostri estrattori EWD nel loro capannone di Cisano sul Neva (SV). L’azienda L’azienda fu inaugurata negli anni ’60 da Piero Pasqualini che decise di unire insieme la passione per la tradizione italiana della torrefazione alla costante e meticolosa ricerca della qualità. Nel corso degli anni, Piero, non solo riuscì a trasmettere la passione per il proprio lavoro anche ai figli Andrea e Pier Paolo facendoli partecipare attivamente nell’impresa di famiglia, ma capì fin da subito l’importanza di migliorare continuamente le tecniche produttive adeguandosi ai sempre più moderni standard di mercato. Oggi Pasqualini caffè è una realtà che conta una trentina di dipendenti e una rete capillare di clienti e rivenditori che si estende soprattutto tra Genova, Ventimiglia, Costa Azzurra, Basso Piemonte e nel resto dello stivale. Un’azienda in continua crescita che sta ampliando la propria rete commerciale anche al di fuori dei territori nazionali. Il 2014 è stato l’anno del salto di qualità quando a Cisano sul Neva (SV) è stato inaugurato il nuovissimo stabilimento attrezzato con macchinari di ultima generazione, un bar-caffetteria, un punto vendita e una sala corsi. L'estrazione dell'aria: lo studio del caso Abbiamo incontrato Andrea Pasqualini (Legale Rappresentante) e gli abbiamo fatto qualche domanda in merito all’impianto di estrazione dell’aria. Che situazione avevate in azienda che ha richiesto il nostro intervento? Volevamo prevenire qualsiasi tipo di problematica legata al caldo eccessivo all’interno del capannone tutelando in primis il benessere dei lavoratori coinvolti nel processo produttivo assicurando loro una temperatura accettabile e ricambi d’aria continui. Dall’altra parte c’era l’esigenza di salvaguardare la qualità del prodotto intervenendo prima che si potessero riscontrare deficit: il caldo e, soprattutto, l’umidità influiscono sulla “vita” del caffè velocizzandone il processo di deterioramento. (chiedere meglio a Jacopo il discorso dell’olio del caffè)   Perché non avete optato per un tradizionale impianto di condizionamento? Un impianto di condizionamento vero e proprio sarebbe stato un investimento davvero oneroso, senza contare poi i consumi elettrici. Avevamo bisogno di una soluzione che ci permettesse di lavorare in maniera ottimale solo durante i mesi più caldi dell’anno.   Perché Termotecnica Pericoli? Conoscevamo già la professionalità di Termotecnica Pericoli e la sua lunga esperienza nel settore della ventilazione per impianti industriali, a questo abbiamo aggiunto il fatto che è una realtà del territorio molto importante: il sodalizio si è concretizzato in maniera del tutto naturale.   Cosa vi è stato proposto? Stefano Canale, l’agente di zona di Pericoli che ha seguito il progetto, ci ha consigliato l’installazione di estrattori d’aria EWD37 e insieme abbiamo valutato i benefici che avrebbero portato. Questo modello era sicuramente il più idoneo per adattarsi alle misure delle finestre del capannone e il fatto di avere una trazione diretta ci consente di risparmiare in termini di manutenzione (non avendo la cinghia ndr) e di assicurarci una maggiore efficienza. Inoltre, è stato installato anche un controllo ad inverter con un termostato: in base ai parametri da noi definiti, l’impianto si accende, si spegne, regola la velocità o il numero degli estrattori in funzione mantenendo costante e ottimale la temperatura dell’ambiente.   Che risultati state ottenendo? I benefici si sono riscontrati fin da subito: con l’arrivo dei primi caldi abbiamo immediatamente messo in funzione l’impianto notando un netto calo dell’umidità nell’ambiente: per noi diventa prioritario tenere sotto controllo questo parametro proprio per evitare di intaccare la qualità della merce e mantenere alti i nostri standard. Per questo motivo, abbiamo sempre cercato di prevenire eventuali situazioni di emergenza attraverso regolari e corretti ricambi d’aria. Non dimentichiamoci che negli ultimi anni stiamo vivendo estati molto torride in Liguria e assicurare ai nostri operatori la possibilità di lavorare in un ambiente con temperature idonee è doveroso, inoltre tutelare il benessere delle persone significa indirettamente aumentarne anche la produttività.

NEWS Termotecnica Pericoli NEWS

L'estrazione dell'aria nel settore alimentare: il caso di Caffè Pasqualini

21/09/2018

Vi avevamo già parlato dell'importanza dei ricambi d'aria nei luoghi di lavoro per salvaguardare la qualità, il benessere e la produttività dei lavoratori.
Abbiamo visitato Pasqualini Caffè, storica torrefazione ligure, che ha scelto di installare i nostri estrattori EWD nel loro capannone di Cisano sul Neva (SV).

L’azienda

L’azienda fu inaugurata negli anni ’60 da Piero Pasqualini che decise di unire insieme la passione per la tradizione italiana della torrefazione alla costante e meticolosa ricerca della qualità.
Nel corso degli anni, Piero, non solo riuscì a trasmettere la passione per il proprio lavoro anche ai figli Andrea e Pier Paolo facendoli partecipare attivamente nell’impresa di famiglia, ma capì fin da subito l’importanza di migliorare continuamente le tecniche produttive adeguandosi ai sempre più moderni standard di mercato.

Oggi Pasqualini caffè è una realtà che conta una trentina di dipendenti e una rete capillare di clienti e rivenditori che si estende soprattutto tra Genova, Ventimiglia, Costa Azzurra, Basso Piemonte e nel resto dello stivale.
Un’azienda in continua crescita che sta ampliando la propria rete commerciale anche al di fuori dei territori nazionali.
Il 2014 è stato l’anno del salto di qualità quando a Cisano sul Neva (SV) è stato inaugurato il nuovissimo stabilimento attrezzato con macchinari di ultima generazione, un bar-caffetteria, un punto vendita e una sala corsi.

L'estrazione dell'aria: lo studio del caso

Abbiamo incontrato Andrea Pasqualini (Legale Rappresentante) e gli abbiamo fatto qualche domanda in merito all’impianto di estrazione dell’aria.

Che situazione avevate in azienda che ha richiesto il nostro intervento?
Volevamo prevenire qualsiasi tipo di problematica legata al caldo eccessivo all’interno del capannone tutelando in primis il benessere dei lavoratori coinvolti nel processo produttivo assicurando loro una temperatura accettabile e ricambi d’aria continui.
Dall’altra parte c’era l’esigenza di salvaguardare la qualità del prodotto intervenendo prima che si potessero riscontrare deficit: il caldo e, soprattutto, l’umidità influiscono sulla “vita” del caffè velocizzandone il processo di deterioramento.

(chiedere meglio a Jacopo il discorso dell’olio del caffè)

 

Perché non avete optato per un tradizionale impianto di condizionamento?
Un impianto di condizionamento vero e proprio sarebbe stato un investimento davvero oneroso, senza contare poi i consumi elettrici. Avevamo bisogno di una soluzione che ci permettesse di lavorare in maniera ottimale solo durante i mesi più caldi dell’anno.

 

Perché Termotecnica Pericoli?
Conoscevamo già la professionalità di Termotecnica Pericoli e la sua lunga esperienza nel settore della ventilazione per impianti industriali, a questo abbiamo aggiunto il fatto che è una realtà del territorio molto importante: il sodalizio si è concretizzato in maniera del tutto naturale.

 

Cosa vi è stato proposto?
Stefano Canale, l’agente di zona di Pericoli che ha seguito il progetto, ci ha consigliato l’installazione di estrattori d’aria EWD37 e insieme abbiamo valutato i benefici che avrebbero portato.
Questo modello era sicuramente il più idoneo per adattarsi alle misure delle finestre del capannone e il fatto di avere una trazione diretta ci consente di risparmiare in termini di manutenzione (non avendo la cinghia ndr) e di assicurarci una maggiore efficienza.
Inoltre, è stato installato anche un controllo ad inverter con un termostato: in base ai parametri da noi definiti, l’impianto si accende, si spegne, regola la velocità o il numero degli estrattori in funzione mantenendo costante e ottimale la temperatura dell’ambiente.

 

Che risultati state ottenendo?
I benefici si sono riscontrati fin da subito: con l’arrivo dei primi caldi abbiamo immediatamente messo in funzione l’impianto notando un netto calo dell’umidità nell’ambiente: per noi diventa prioritario tenere sotto controllo questo parametro proprio per evitare di intaccare la qualità della merce e mantenere alti i nostri standard. Per questo motivo, abbiamo sempre cercato di prevenire eventuali situazioni di emergenza attraverso regolari e corretti ricambi d’aria.
Non dimentichiamoci che negli ultimi anni stiamo vivendo estati molto torride in Liguria e assicurare ai nostri operatori la possibilità di lavorare in un ambiente con temperature idonee è doveroso, inoltre tutelare il benessere delle persone significa indirettamente aumentarne anche la produttività.