L’ambasciatore italiano Cristiano Maggipinto visita la Pericoli Asia Pacific - TERMOTECNICA PERICOLI

L'ambasciatore italiano Cristiano Maggipinto visita la Pericoli Asia Pacific

NEWS Termotecnica Pericoli NEWS

L’ambasciatore italiano Cristiano Maggipinto visita la Pericoli Asia Pacific

28/02/2018

Termotecnica Pericoli ha avuto il piacere di ospitare alla Pericoli Asia Pacific sua Eccellenza l’Ambasciatore Italiano a Kuala Lumpur, Cristiano Maggipinto

L’ambasciatore, che vanta una lunga carriera diplomatica sia in Europa che negli Stati Uniti, presta servizio in Malesia da qualche mese, ma fin da subito ha dimostrato forte interesse e partecipazione verso le aziende e i cittadini italiani che si sono stabilizzati in queste zone.

Lo scenario in Malesia

In Malesia, le aziende italiane trasferitesi -  o che hanno deciso di aprire in queste aree strategiche una propria filiale- sono meno di 100, mentre i cittadini espatriati sono poco meno di un migliaio.

Una comunità non ancora numerosa , ma che sicuramente esporta un know-how importante e l’eccellenza del “made in Italy” su molti livelli.
La volontà dell’Ambasciatore sarebbe proprio quella di far collaborare le aziende italiane, coinvolgendole indipendentemente dal loro ambito di azione, in modo da attrarre investimenti: la creazione di una filiera del “made in Italy” che possa avvantaggiare ancora di più il business per le aziende italiane in Malesia.

La visita alla Pericoli Asia Pacific

 L’Ambasciatore ha avuto la possibilità di incontrare sia Mauro Pericoli che Alberto Grandoni (CEO di Pericoli Asia Pacific) i quali hanno in primis presentato l’azienda, le sue peculiarità, la storia e i servizi offerti per poi passare alle caratteristiche della Pericoli Asia Pacific e alle scelte strategiche che hanno portato ad inaugurare uno stabilimento nel 2013.

La delocalizzazione ha infatti permesso a Termotecnica Pericoli di essere più competitiva sui mercati asiatici e in Cina: le tasse e i dazi doganali penalizzano notevolmente le importazioni dall’Europa rendendo di conseguenza il prodotto più caro e meno competitivo rispetto ai competitors.
Anche i tempi di consegna risultano molto più snelli con vantaggi impliciti in paesi come Australia e Nuova Zelanda.

La visita allo stabilimento e alle linea di produzione ha anche permesso di spiegare meglio il concetto di outsourcing che viene messo in atto in questa zona: affidare esternamente ad imprese alcune fasi del processo produttivo, in particolare nella produzione di componenti, ci permette di garantire una maggiore flessibilità.

Leggi anche: "Pericoli Asia Pacific chiude l’anno con ottimi risultati (…e ottime previsioni di crescita per il 2018)"

Le opinioni di Mauro Pericoli

Un po’ come accade spesso negli eventi organizzati da Termotecnica Pericoli, l’incontro con l’Ambasciatore è terminato con un piacevole e conviviale banchetto di portate 100% italiane al quale hanno partecipato anche i membri dello staff della Pericoli Asia Pacific in un importante momento di team building.

“Ringraziamo l’Ambasciatore per questa gradita visita, per la sua spontanea cordialità  e per dimostrare la presenza delle istituzioni Italiane anche in un paese così lontano e così poco “latino”. Siamo sicuri che dal progetto dell’ambasciatore direttamente od indirettamente il sistema economico italiano potrà trarne beneficio”.